Vai al contenuto
Vai al menu di navigazione
Vai all'indice del modulo

Comunità Virtuali

Il funzionamento delle Comunià Virtuali

L'esigenza di comunicare nasce dal bisogno di condividere con gli altri interessi, opinioni e piaceri. Con l’avvento delle nuove tecnologie la vita di ogni individuo è cambiata sotto molti aspetti, in particolar modo per quel che riguarda il modo di comunicare , più rapido e a grandi distanze. Le comunità virtuali in Internet sono dei "luoghi" in cui vengono simulate delle vere e proprie città per gli utenti, in cui ci si incontra per "strada" e si parla (chat), ci si vede (archivio foto degli iscritti o video chat), si leggono i quotidiani in edicola (news), si partecipa a dibattiti e conferenze (forum e bacheca), si gioca insieme (giochi online e concorsi), ci si organizza per incontrarsi in RL (Real Life, dal vivo) e molto altro.

I siti che ospitano comunità virtuali cercano di mettere a disposizione dei propri iscritti numerosi strumenti gratuiti, utili per comunicare: offrono spazio web per creare le proprie pagine personali, danno la possibilità di inviare cartoline elettroniche, dedicano pagine a oroscopo, SMS gratuiti, screen saver, hard disk virtuale online e quant’altro necessario per attirare l'attenzione e l’interesse dei propri "cittadini" virtuali.

La comunità virtuale presenta delle caratteristiche principali:
i membri si conoscono attraverso la rete;
un gruppo può essere costituito da due o più membri;
il senso di appartenenza al gruppo;
un intreccio di rapporti comunicativi.


Tipologie

Esistono diverse tipologie di comunità virtuali:

  • Comunità strutturate;
  • Comunità non strutturate;
  • Comunità a struttura mista.

Caratteristiche Comunità strutturate

  • leggi e sanzioni autoimposte;
  • sistemi formali per interagire;
  • senso di appartenenza al gruppo;
  • alto livello di coinvolgimento.

Queste comunità si dividono ulteriormente in aperte e chiuse. Le comunità aperte danno la possibilità, a chiunque, di entrarvi. Quelle chiuse, invece, pongono dei limiti, delle barriere che si riferiscono a fattori diversi, titoli o competenze.

Esempio: blog, forum.

Caratteristiche Comunità non strutturate

  • mancanza di restrizioni all'ingresso;
  • si costituiscono in breve tempo;
  • interazione veloce e conseguente impossibilità di delineare una struttura.

Esempio: ambiente dei canali IRC. Questi vengono aperti al momento dell’entrata dell’utente e si chiudono quando non ci sono più persone online.

Caratteristiche Comunità a struttura mista

  • identità abbastanza stabile;
  • barriera alla partecipazione e non all’ingresso;
  • modalità di comunicazione prevalentemente asincrona;
  • accesso semplice, velocità intermedia;
  • necessità di avere tempo a disposizione per leggere tutti i messaggi che, in gruppi numerosi, possono essere centinaia al giorno;
  • presenza di un senso di appartenenza ma non così forte come nelle comunità strutturate;
  • facilità di uscita dal gruppo.
Esempio: newsgroup, mailing list.