Vai al contenuto
Vai al menu di navigazione
Vai all'indice del modulo

INTERNET COME TECNOLOGIA

Funzionamento e architettura di Internet

Descrivere il funzionamento di Internet significa definire la modalità con la quale è possibile accedere alla rete e alle informazioni disponibili attraverso di essa, descrivere come i flussi informativi vengono scambiati a partire dal computer utilizzato dall’utente per accedere alla Rete, fino ad arrivare ai supercalcolatori ed ai server che forniscono i più disparati servizi. Il percorso che le informazioni compiono, dall’utente al servizio desiderato, è rappresentato da una serie di dispositivi che permettono ai dati di raggiungere la corretta destinazione.

Le informazioni, che rappresentano l’oggetto di tutte le comunicazioni nelle rete sono scambiate sotto forma di “pacchetti”, ovvero unità elementari di dati che attraversano le reti fino alla destinazione. Normalmente i terminali sono collegati direttamente fra loro attraverso un singolo link di comunicazione ed indirettamente, attraverso dispositivi di commutazione, chiamati router. Un router preleva le informazioni che arrivano su uno dei suoi link di comunicazione in ingresso e le reindirizza a uno dei suoi link di comunicazione in uscita. Il protocollo IP specifica il formato delle informazioni spedite e ricevute attraverso router e terminali.

Un computer si dice quindi connesso ad Internet quando attraverso l’assegnazione di un proprio indirizzo IP è in grado di scambiare informazioni con gli altri computer connessi, seguendo delle regole comuni di comunicazione. Tali regole sono necessarie affinché le informazioni scambiate fra i computer connessi possano viaggiare nelle reti attraversando sistemi e dispositivi estremamente diversi tra loro, proprio come due persone differenti che possono comunicare tra loro perché utilizzano lo stesso vocabolario e le stesse regole grammaticali.

Il percorso compiuto dalle informazioni a partire dal terminale di origine, attraverso una serie di link di comunicazione e router, fino al terminale ricevente è conosciuto come cammino (route) o percorso (path). Piuttosto che fornire un percorso dedicato fra i terminali in comunicazione tra loro, Internet usa una tecnica conosciuta come “commutazione a pacchetto” (in inglese packet switching) secondo il quale ogni singolo “blocco di dati” che parte da un elemento connesso alla rete (host) e giunge ad un altro elemento (esempio due computer che comunicano), segue un percorso condiviso anche da altre informazioni ed è legato alla situazione di disponibilità e di traffico delle reti da attraversare. Ogni pacchetto segue un suo percorso indipendente che viene condiviso in certi tratti anche da altri pacchetti , ossia da altre informazioni in transito verso diverse destinazioni.

Affinché un host (un computer) possa scambiare pacchetti e quindi informazioni in Internet con altri sistemi deve essere, ovviamente, connesso alla rete e riconosciuto come sorgente o destinazione dell’informazione stessa. A tale scopo ciascun host è associato ad un identificativo univoco di tipo numerico definito come Indirizzo IP, che è composto da 4 numeri decimali compresi fra 0 e 255, separati da 3 punti secondo una notazione chiamata dotted decimal. Ad esempio l’indirizzo 193.204.5.28 corrisponde al sistema che ospita il sito web del Caspur.

Le regole che sono alla base del funzionamento di Internet sono definite attraverso il cosiddetto modello protocollare TCP/IP, che definisce tra l’altro il formato dei pacchetti contenenti le informazioni da scambiare e le modalità con le quali questi devono essere trasmessi e viaggiare attraverso la Rete Internet.