Vai al contenuto
Vai al primo menu di navigazione (Video, corso,etc. )
Vai al secondo menu di navigazione (Cerca,Concorso, etc.)

Principali minacce

Gli acquisti online offrono numerosi vantaggi sia per il venditore che per i consumatori. Le aziende che sfruttano il canale del commercio elettronico, hanno la possibilità di entrare in contatto con i clienti finali senza alcuna intermediazione, riuscendo ad offrire un trattamento personalizzato ad ognuno di essi.

Molti siti e-commerce invitano i clienti ad indicare le proprie preferenze e uno dei vantaggi più rilevanti risiede nel fatto che studiando gli acquisti effettuati online dai clienti, ed analizzando le pagine più consultate della categoria, il venditore può ricevere un feedback in tempo reale dal mercato, riscontrando personalmente l’impatto che un nuovo prodotto ha avuto sulla clientela; da qui ne scaturisce una sorta di “profilo” dell’utente di cui servirsi per offerte commerciali.

Per i consumatori che usufruiscono di tale servizio, invece, c’è sicuramente un’ampia offerta di prodotti e di servizi con la possibilità di personalizzarli; un notevole risparmio sul prezzo di acquisto unito ad una risposta rapida delle richieste e ad un’assistenza tempestiva; infine la possibilità di visionare prodotti e servizi 24 ore al giorno senza limitazioni geografiche.

Ci sono, però, alcuni svantaggi da tenere ben presente:

  • la riservatezza e la tutela dei dati personali
  • la sicurezza e la scarsa trasparenza delle transazioni finanziarie
  • la sicurezza dei pagamenti elettronici
  • la garanzia della qualità del prodotto

Uno svantaggio dell’acquistare un prodotto tramite il computer risiede nel fatto di non poter toccare materialmente il prodotto, si compra senza aver avuto alcun contatto fisico con la merce che si sta acquistando, a meno che non lo si conosca per averlo già visto in qualche negozio reale.

In secondo luogo troviamo problematiche relative alla merce difettosa; se la merce acquistata dovesse rivelarsi mal funzionante o non integra, o se semplicemente non risponde alle aspettative, è necessario contattare il venditore per far presente il problema e rispedire il prodotto indietro. I costi della seconda spedizione sono a carico di chi acquista.

Un tasto dolente è rappresentato dai pagamenti in modalità elettronica.

Con il bonifico bancario non si corrono grandi rischi sia per il venditore che per l’acquirente, bisognerà però attendere qualche giorno prima che la merce acquistata venga spedita. Inconvenienti possono verificarsi nel caso di bonifici all’estero; le banche italiane caricano su questi trasferimenti spese altissime, in qualche caso spropositate, addirittura più elevate del costo previsto per l’acquisto della merce desiderata.

Con la carta di credito invece, non sono previsti costi aggiuntivi, ma esiste il problema di dover far viaggiare dati personali (relativi al numero del conto di credito) sulla rete. Anche se il venditore effettua correttamente la transazione, addebitando al cliente il giusto dovuto, conserverà memorizzati i vari numeri di conto; se questi dovessero essere espugnati da un hacker, ecco che la carta di credito cadrebbe in mani sbagliate.