Vai al contenuto
Vai al primo menu di navigazione (Video, corso,etc. )
Vai al secondo menu di navigazione (Cerca,Concorso, etc.)

Cosa sono gli acquisti online

Quando si parla di acquisti on line si fa riferimento al termine ‘commercio elettronico’ o ‘e-commerce, che indica espressamente l’atto di acquisto o di vendita di beni o servizi svolto mediante il computer.

In generale, il commercio elettronico può essere definito come una qualsiasi transazione effettuata per la vendita o l’acquisto di un prodotto o di un servizio, in cui i protagonisti interagiscono elettronicamente piuttosto che con scambi fisici e contatti diretti.

L’inizio del commercio elettronico risale agli anni ’70, quando attraverso l’utilizzo di reti private, le aziende potevano scambiarsi informazioni di tipo commerciale, in modo tale che fornitori ed acquirenti comunicavano tra loro aggiornandosi costantemente. Questo imponeva dei limiti sia sul formato dei documenti scambiati attraverso la rete privata, sia per l’accesso al servizio.
Solo il personale interno all’azienda era in grado di usufruire di tale servizio, chiunque invece fosse esterno, non possedendo le dovute autorizzazioni, era escluso dalla fruizione dello stesso.

Con l’avvento di Internet si è passati ad un vero e proprio mercato globale, senza limiti geografici e soprattutto senza limiti di utilizzo, in cui i siti web si trasformano in negozi virtuali dai quali acquistare ogni genere di prodotto.

Il produttore ha la possibilità di diffondere il proprio messaggio elettronicamente, modificandolo ed aggiornandolo in tempo reale; ha inoltre la possibilità di interagire direttamente con il consumatore e permettere alle aziende che vi ricorrono, di essere più competitive sul mercato.

Generalmente quando si acquista sul web, la fase preliminare di ordine e l’eventuale pagamento vengono effettuati on-line, ma il bene richiesto viene poi spedito a domicilio o alla sede dell’acquirente.

Il commercio elettronico presenta caratteristiche diverse a seconda dei soggetti che ne prendono parte: cittadino, imprese, istituzioni,….

In particolare, se il protagonista è il consumatore generico, esistono due diverse modalità:
  • la “business to consumer” (da azienda a consumatore) prevede un azienda che offre i propri prodotti al consumatore finale, il quale decide se acquistarli e con quale forma di pagamento;
  • la “consumer to consumer” (da consumatore a consumatore) in cui gli utenti nella rete scambiano tra loro prodotti. Quest’ultima forma di commercio si è sviluppata grazie alla forte espansione dei siti di asta on-line, come ad esempio E-Bay.