Vai al contenuto
Vai al primo menu di navigazione (Video, corso,etc. )
Vai al secondo menu di navigazione (Cerca,Concorso, etc.)

Come difendersi

Il dinamismo e la tipologia dei mezzi di comunicazione utilizzati nelle comunità virtuali, se da un lato apportano numerosi vantaggi volti all’innovazione e alla diffusione della conoscenza emergente, dall’altro comportano alcune limitazioni.

La mancanza di interazione fisica ed il continuo cambiamento del gruppo causano delle difficoltà nella costruzione della fiducia, elemento fondamentale nell’ambito della comunicazione. Nell’utilizzo delle comunità virtuali è buona norma adottare comportamenti responsabili al fine di evitare di imbattersi in situazioni poco gradevoli.

E’ opportuno non utilizzare i servizi offerti dalle comunità virtuali per comunicare dati sensibili o personali: ad esempio la password della propria e-mail, o il numero della propria carta di credito. Infatti, i dati scambiati attraverso questi servizi, sono del tutto trasparenti che potrebbero quindi essere “intercettati” da utenti estranei utilizzandoli per secondi fini.

E' buona norma non accettare nei propri contatti personali utenti estranei e non distribuire in modo incontrollato il proprio contatto. I malintenzionati potrebbero sfruttare questi canali di comunicazione per intraprendere un tipico attacco informatico.

Qualora il servizio prevedesse lo scambio di file, è opportuno accettare solo file provenienti da persone conosciute e di cui ci si fida: il servizio potrebbe essere sfruttato per l’invio di file apparentemente innocui, ma che contengono virus o altri tipi di malware. Se non si è certi della provenienza e dell’informazione contenuta, è bene non prendere in considerazione link inviati da altri utenti, poiché aprendoli si potrebbe essere reindirizzati su siti non legittimi.

E’ fondamentale inoltre installare un software Antivirus sul proprio PC, in grado di operare in real-time, filtrando eventuali file infetti.

Se infine, è prevista la possibilità della condivisione di file e si vuole condividere qualche documento del proprio sistema, è opportuno porre molta attenzione alla configurazione del client che fornisce il servizio, per evitare di esporre involontariamente contenuti ritenuti confidenziali.

Uno dei pericoli in cui un adolescente può imbattersi è il bullismo. E’ possibile evitarlo adottando alcune precauzioni: è sempre molto importante conoscere il fenomeno e sapere di cosa si sta parlando; occorre dare il giusto valore ai comportamenti prepotenti, ricorrendo, se necessario ad indagini per rivelarne la diffusione e portare allo scoperto comportamenti nascosti; è buona regola creare un clima sicuro in cui si possa stimolare i ragazzi a raccontare all’adulto ciò che accade  e fare chiarezza sui fatti combattendo insieme il fenomeno; in ultimo è ncessario intervenire nei singoli episodi in modo da fermare l’aggressione e cercare poi di capire cosa è successo e  quali siano i fattori e le cause scatenanti.

E’ opportuno, infine, ricordare che, in ogni situazione di bullismo, la vittima è la persona che ha più bisogno di aiuto immediato e quindi va supportata; spesso a subire violenza da parte di coetanei sono ragazzi isolati, con pochi amici e  introversi.